Versamenti del Modello Redditi 2020: proroga soltanto per i soggetti ISA

Versamenti del Modello Redditi 2020: proroga soltanto per i soggetti ISA

In seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto è definitiva, solo per i soggetti ISA, la proroga del termine per il versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 delle imposte sui redditi e del saldo IVA 2019. 

In particolare, i soggetti tenuti al versamento entro il 30/06/2020 possono effettuare gli stessi:

  • Entro il 20/07/2020, senza maggiorazione;
  • Dal 21/07 al 20/08/2020, con una maggiorazione del 0.40%. 

La proroga riguarda solo coloro che contestualmente:

  • Dichiarano ricavi/compensi non superiori ad euro 5.164.569;
  • Esercitano un’attività d’impresa/lavoro autonomo per cui è stato approvato il relativo ISA, a prescindere dall’applicazione o meno dello stesso. 

Al sussistere di tali condizioni la proroga riguarda anche quei soggetti che per il 2019:

  • Adottano il regime dei minimi/forfettari 
  • Dichiarano una causa di esclusione degli ISA 

Peraltro, la proroga si estende altresì ai soggetti che partecipano a società/associazioni/imprese interessate dagli ISA:

  • Collaboratori dell’impresa familiare o coniuge dell’azienda coniugale;
  • Soci di società di persone
  • Soci di associazioni professionali
  • Soci di società di capitali trasparenti

Per quanto concerne le società di capitali con esercizio coincidente con l’anno solare, la proroga risulta applicabile in caso di approvazione del bilancio entro il mese di maggio. 

Se il bilancio è approvato entro il 28/06/2020, usufruendo del maggior termine di 180 giorni, il versamento va effettuato entro il 31/07/2020 senza alcuna maggiorazione ovvero dal 01/08 al 31/08/2020 con la maggiorazione del 0,40%. 

Non possono invece usufruire della proroga:

  • Persone fisiche private 
  • Imprenditori agricoli titolari solo di reddito agrario
  • Soggetti che hanno conseguito ricavi o compensi di ammontare maggiore ad euro 5.164.569.

Pertanto, tali soggetti devono attenersi agli ordinari termini di versamento

I versamenti interessati sono: 

  • Saldo 2019 e acconto 2020 di IRPEF e IRES;
  • Addizionali IRPEF (regionale/comunale)
  • Maggiorazione IRES per le società di comodo
  • Contributi previdenziali (IVS, gestione separata INPS)
  • Cedolare secca
  • Acconto del 20% per i redditi a tassazione separata 
  • IVIE/IVAFE 

Occorre sottolineare che la proroga riguarda anche:

  • Il diritto CCIAA 2020 
  • L’imposta sostitutiva dovuta per la rivalutazione dei beni d’impresa 
  • L’imposta sostitutiva del 20%-26% dovuta sulle plusvalenze da cessione di partecipazioni 

Parimenti, il Decreto prevede anche la proroga al 20/07/2020 ovvero 20/08/2020 con una maggiorazione del 0,40% con riferimento all’IVA dovuta sui maggiori ricavi o compensi dichiarati per migliorare il proprio indice ISA. 

Si deve tuttavia evidenziare che la proroga medesima riguardi anche il versamento del saldo IVA 2019 da parte dei soggetti per cui non è possibile applicare il differimento al 16/09/2020. 

Infine, la proroga riguarda anche L’IRAP qualora non sia prevista l’esenzione dal versamento del saldo e della prima rata dell’acconto IRAP 2020.

Dott.ssa Sara Serena 

nexus

www.nexus-stp.it

Condividi