Principio di cassa: gli incassi e i pagamenti a cavallo dell’anno

Principio di cassa: gli incassi e i pagamenti a cavallo dell’anno

In quale anno concorrono alla formazione del reddito delle imprese minori gli incassi e i pagamenti fatti a cavallo dell’anno?

Dal periodo d’imposta 2017, a norma dell’art 66 comma 1 TUIR, il reddito delle imprese in contabilità semplificata “è costituito dalla differenza tra l’ammontare dei ricavi di cui all’articolo 85 TUIR e degli altri proventi di cui all’articolo 89 TUIR percepiti nel periodo d’imposta e quello delle spese sostenute nel periodo stesso nell’esercizio dell’attività d’impresa”.

In base a tale principio, i ricavi concorrono alla formazione del reddito d’impresa all’atto dell’effettiva percezione e conseguentemente, i costi al momento dell’effettivo sostenimento.

Pertanto, con i metodi di incasso/pagamento quali il denaro contante è facile individuare l’effettivo momento nel quale una fattura emessa viene incassata e una fattura ricevuta viene pagata. Altrettanto non si può dire per le fatture incassate o pagate con metodi diversi.

Incassi e pagamenti con assegni bancari

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 11/E/2017, ha sancito che per gli incassi e i pagamenti fatti mediante assegni bancari o circolari, i ricavi si considerano percepiti e le spese sostenute nel momento in cui avviene la materiale consegna dell’assegno dall’emittente al ricevente. 

Incassi e pagamenti con bonifico

Per quanto riguarda gli incassi e i pagamenti fatti mediante bonifici, i ricavi si considerano percepiti quando la somma di denaro può essere effettivamente utilizzata (alla cd. “data disponibile”). Le spese si considerano sostenute quando la somma di denaro è uscita dalla disponibilità dell’imprenditore.

Incassi e pagamenti con la carta di credito

Infine, per quanto riguarda gli incassi e i pagamenti fatti mediante carta di credito, il ricavo si considera realizzato alla data in cui avviene l’accredito della somma sul conto corrente dell’imprenditore, e le spese si considerano sostenute alla data in cui viene utilizzata la carta di credito o il bancomat.

Dott.ssa Cristina Premi

Dottore Commercialista

www.nexus-stp.it

Condividi