Fattura differita per prestazione di servizi

Fattura differita per prestazione di servizi

Ecco le precisazioni dell’Agenzia Entrate

Il Legislatore ha previsto che se nell’arco dello stesso mese vengono effettuate più prestazioni di servizi nei confronti del medesimo cliente, è possibile emettere una sola fattura.

Fattura differita

La qualificazione della fattura come differita, che permette l’emissione entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle suddette prestazioni, vi è a condizione che si sia verificata l’esigibilità dell’IVA.  Ovvero, che sia stato effettuato il pagamento del corrispettivo.

Fattura immediata

 Nel caso in cui il pagamento del corrispettivo non sia stato effettuato entro il mese di effettuazione delle prestazioni, la fattura è qualificabile come immediata. Pertanto, deve essere inviata allo SdI entro 12 giorni rispetto alla data della fattura.

Il DPR n. 633/72 art 21 comma 4 lett. a

Prevede che le prestazioni di servizi fatturate con un unico documento riepilogativo differito debbano essere “individuabili attraverso specifica documentazione, recante il dettaglio delle operazioni”.

Il 21.01.20 l’Agenzia Entrate ha precisato (risposta n.8) che tali specifiche possono essere allegate al file xml trasmesso allo SdI, e in caso contrario devono essere conservate in forma cartacea o elettronica e nella fattura bisogna però fare specifico rinvio alla lista riepilogativa.

Dott.ssa Cristina Premi

Dottore Commercialista

www.nexus-stp.it

 

Condividi