Circolare Luglio 2018 – Abolizione split payment professionisti

Circolare Luglio 2018 – Abolizione split payment professionisti

Come noto il DL 87/2018 ha abolito, con decorrenza 14 luglio 2018, l’applicazione del meccanismo c.d. dello split payment per le fatture emesse dai professionisti nei confronti della pubblica amministrazione o delle società da essa controllate.

Perimtero di applicazione

L’esclusione dallo split payment riguarda i professionisti che operano con le pubbliche amministrazioni e le loro controllate, nonché con le società quotate al FITSE MIB.

In particolare, l’articolo 12 del decreto prevede che il meccanismo della scissione dei pagamenti, previsto dall’art. 17 ter del DPR 633/72) non trovi più applicazione per tutti i compensi che sono assoggettati, ai fini delle imposte sui redditi, a ritenuta sia che essa sia effettuata a titolo di acconto che a titolo di imposta.

Tali novità sono entrate in vigore con decorrenza dal 14 luglio 2018, di conseguenza per capire il regime iva applicabile occorre fare riferimento alla data di emissione della fattura:

  • Fattura emesse fino al 14 luglio 2018: il professionista inserisce nella fattura elettronica la lettera “S” (per assoggettamento a split payement) e indica l’imponibile, la ritenuta ai fini delle imposte e l’iva. La fattura non partecipa alla liquidazione del periodo di riferimento e l’iva non viene versata in quanto non incassata;
  • Fatture emesse dal 15 luglio 2018: il professionista indica l’imponibile, la ritenuta ai fini delle imposte sui redditi e l’iva di cui è debitore. La fattura partecipa alla liquidazione iva del periodo;

Nel rimanere a disposizione per ogni chiarimento ai consueti recapiti, sia telefonici che via mail, si invitano i professionisti interessati da tale importante normativa a prestare la massima attenzione alla compilazione della fattura al fine di versare correttamente l’iva dovuta relativa al mese o trimestre di riferimento.

Email: info@nexus-stp.it

Tel: +39 0372 35232
Fax: +39 0372 806854

Condividi